TOMBA 8 DI SCINTILLIA

Responsabile Scientifico: F. Stanco, D. Gullý

Supporto Tecnico: D. Rizzo Pinna

    Photogallery

    Il caso di studio che si presenta ha interessato la restituzione della Tomba 8 rinvenuta nella piccola necropoli di contrada Scintilia a 10 Km ad Est di Agrigento, la cui frequentazione più antica risale all’antica età del rame, prima metà del IV millennio a. C.. Si tratta di una struttura ipogeica a pianta tondeggiante interamente scavata nel piano roccioso, costituita da un pozzetto verticale d’ingresso e da una cella con volta, che si sviluppa in modo traslato verso Nord-Est rispetto all’imboccatura. L’analisi dei reperti ossei, riferibili a più deposizioni, ha permesso di ricostruire il particolare tipo di rituale funerario praticato nella necropoli e definito “rituale delle sepolture collettive”. Esso prevedeva, in occasione di nuovi seppellimenti, la manipolazione, selezione e riposizionamento dei resti scheletrici dell’individuo precedente, per far posto alla nuova sepoltura che veniva collocata al centro della camera. In particolare le ossa lunghe venivano disposte verticalmente lungo la parete mentre quelle corte erano sistemate a “mucchio” accanto al cranio. Il corredo funerario di ciascuna sepoltura, costituito da manufatti ceramici, ha restituito ollette dal corpo globulare e orlo estroflesso con resti sia di pasti rituali che di ocra rossa utilizzata per l’aspersione all’interno della camera e sui defunti. E’ probabile infine che la tomba fosse chiusa da una massicciata di pietre che potevano essere facilmente rimosse in occasione di ulteriori deposizioni. La ricostruzione virtuale, ha riguardato sia la modellazione della struttura tombale che dei singoli manufatti riprodotti fedelmente nei volumi e nella morfologia grazie all’ausilio di piante di fase, sezioni e rilievi forniti dagli expertises. La successiva collocazione dei resti ossei e ceramici all’interno della camera ipogeica secondo il reale rinvenimento documentato dai giornali di scavo, si è rilevato fondamentale per il raggiungimento di una restituzione scientificamente valida.  

     

     

     

     


    2010 © Archeomatica. All right reserved designed and developed by Fabio Pitino
    CSS Valido!